Charles Darwin (1809 – 1882) e la Psichiatria

Darwin150x250Nell’approfondimento della teoria evoluzionistica descritta nel suo libro “L’origine delle specie” possiamo osservare che Darwin ha influenzato la psichiatria sotto diversi aspetti. La sua teoria ha rivoluzionato la biologia e ha posato le fondamenta per il moderno studio della sociobiologia (2), l’etologia e la psicologia comparativa (3) e lo sviluppo infantile. Le sue nozioni sulla selezione naturale nell’origine della specie hanno influenzato profondamente Freud.
Figlio e nipote di medici, Darwin iniziò la sua pratica medica presso l’Università di Edinburgo, anche se non la completò mai. L’interesse di Darwin nell’espressione delle emozioni (4) portò il suo lavoro ad
approfondire gli aspetti comunicativi del pianto infantile, lo sviluppo delle risposte affettive e il “paradosso dell’altruismo”. Nel tenere una registrazione precisa dello sviluppo di suo figlio, Darwin portò a termine uno dei primi sistematici studi dello sviluppo infantile – e la ricapitolazione dell’evoluzione – ispirò diverse teorie successive sullo sviluppo infantile. “Il mio primo figlio nacque il 27 dicembre 1839 e subito iniziai a prendere nota della comparsa delle prime espressioni che comparivano e mi convinsi, anche in quel periodo, che le più fini o complesse espressioni possono tutte avere un origine graduale e naturale” (5). Malgrado ricorrenti problemi medici, Darwin fu un attivo e acuto osservatore per tutta la sua vita; il suo lavoro ha influenzato profondamente la medicina così come la biologia e la biologia.

 

(1) Darwin C: L’origine della specie; (Ristampa) Zanichelli, 2004
(2) Wilson EO: Sociobiologia la nuova sintesi; Zanichelli, 1985
(3) Eibl-Eibesfeldt I: Etologia umana. Boringhieri, 1993
(4) Darwin C: L’espressione delle emozioni, Boringhieri, 1999
(5) Darwin C: Autobiografia (1809-1882); Giulio Enaudi.

Libera traduzione da:
Fred R. Volkmar, Charles Darwin (1809-1882); Am J Psychiat, 162:2; 2005
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: