Il lavoro negato

di Maria Efisia Melosi e Nereide Rudas. Mimesi Edizioni

 


eteretopie-meloni-lavoro-negato.jpgIl lavoro che nelle variegate e dimensionali sfumature rappresenta la condizione esistenziale dell’uomo, induce una profonda riflessione sul suo significato socio-economico e collettivo. Se lo stesso concetto che lo sottende, a partire dal mondo romano, assume diacronicamente degli snodi evolutivi e storici con significati diversi, la sua deprivazione e la dinamicità correlata allo status sociale costituiscono uno stress altamente minacciante il Sé e l’identità stessa dell’individuo. L’indagine che informa questo libro è focalizzata sul coinvolgimento emotivo delle persone nell’intrecciarsi e sovrapporsi dell’esperienza di “chi-non-è-nel-lavoro”. Dall’analisi delle risultanze scientifiche dei test somministrati (MMPI, MMPI-2, BDI, BPRS, STAI) nel corso di una ricerca pluriennale svoltasi in Sardegna, emerge un’immagine saliente che delinea le caratteristiche strutturali delle personalità di coloro che, nel percorso di vita, si ritrovano nella deprivazione lavorativa.


 

Maria Efisia Meloni è psichiatra e psicoterapeuta. La sua formazione professionale si è completata con diversi Master, tra cui quello di II livello in Medicina delle Tossicodipendenze e Alcolismo (Centro di Eccellenza sulla Neurobiologia della Dipendenze, Università degli Studi di Cagliari), “Il Coaching Strategico: trasformare i limiti in risorse” (Strategic Therapy Center, Arezzo). Ha diretto il Servizio Psichiatrico Diagnosi e Cura di Olbia dal 2010 al 2015. È referente regionale della Sardegna per l’Associazione “EDA Italia Onlus”, membro del comitato scientifico della rivista “Telos: Psichiatria, Fenomenologia, Scienze Umane”. È autrice de I paradossi della comunicazione. Umorismo, ironia, sarcasmo (2016).

Nereide Rudas (1925-2017) ha fondato, e diretto per molti anni, la Clinica Psichiatrica dell’Università degli Studi di Cagliari. Nel 1997 ha costituito a Milano la Società Italiana di Psichiatria Forense, di cui era Presidente onoraria. Nella sua vasta produzione scientifica si contano oltre 300 saggi e 9 monografie. Tra i suoi libri vanno segnalati L’Isola dei coralli (1997), premiato con la medaglia d’oro dal Presidente della Repubblica, e l’ultimoUn’indagine sul Muliericidio (con S. Perra e G. Puggioni, 2016). Ha rappresentato la psichiatria italiana in numerosi paesi (Portogallo, Spagna, Russia, Argentina, Cina, Brasile). Nel 1993 ha ricevuto l’alto riconoscimento della prestigiosa American Academy of Psychiatry and the Law. Professore emerito, è stata Presidente di diverse associazioni culturali, tra cui l’Istituto Gramsci a Cagliari.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: